B Gestione dei caratteri speciali

È possibile che le password, le password proxy e i valori dei parametri dei comandi di Oracle Enterprise Performance Management Cloud contengano caratteri speciali. Per consentire a EPM Automate di gestire questi caratteri sono necessari interventi specifici.

Negli esempi contenuti in questa sezione viene utilizzata una password campione per illustrare l'utilizzo dei caratteri speciali.

Oracle consiglia di racchiudere le coppie parametro-valore tra virgolette doppie.

Windows

Per questi caratteri speciali è necessario utilizzare caratteri di escape racchiudendo tra virgolette doppie (") il carattere speciale o il valore di parametro contenente il carattere speciale.

Nota:

Non è possibile eseguire EPM Automate da una cartella contenente & nel relativo nome, ad esempio C:\Oracle\A&B.

Tabella B-1 Gestione dei caratteri speciali: Windows

Carattere Descrizione Esempio con carattere di escape
) Parentesi chiusa
  • Example")"pwd1 oppure
  • "Example)pwd1"
< Minore di
  • Example"<"pwd1 oppure
  • "Example<pwd1"
> Maggiore di
  • Example">"pwd1 oppure
  • "Example>pwd1"
& E commerciale
  • Example"&"pwd1 oppure
  • "Example&pwd1"
| Barra verticale
  • Example"|"pwd1 oppure
  • "Example|pwd1"
" Virgolette
  • Example"""pwd1 oppure
  • "Example"pwd1"

Utilizzo del punto esclamativo nelle password in testo normale nei file batch di Windows

È consigliabile gestire l'utilizzo del punto esclamativo (!) nelle password in testo normale nei file batch di Windows utilizzati con EPM Automate nel modo descritto di seguito.

  1. Anteporre due simboli di accento circonflesso (^^) al punto esclamativo come carattere di escape. Ad esempio, se la password è Welc0me!, codificarla nel seguente modo: Welc0me^^!
  2. Aggiornare il file bach in modo da impostare DisableDelayedExpansion all'inizio del file includendo la seguente dichiarazione:

    setlocal DisableDelayedExpansion

  3. Rimuovere la dichiarazione setlocal EnableExtensions EnableDelayedExpansion, se presente nello script.

UNIX/Linux

Nei sistemi operativi UNIX e Linux, il carattere di escape da utilizzare per questi caratteri speciali è la barra rovesciata (\).

Nota:

  • Per il carattere di escape ! (punto esclamativo), utilizzare un apice intorno alla password oppure la barra rovesciata (\) come carattere di escape.
  • Per il carattere di escape \, $, ' e ", utilizzare la virgoletta doppia intorno alla password oppure la barra rovesciata (\) come carattere di escape.

Tabella B-2 Gestione dei caratteri speciali: UNIX/Linux

Carattere Descrizione Esempio con carattere di escape
( Parentesi aperta Example\(pwd1
) Parentesi chiusa Example\)pwd1
< Minore di Example\<pwd1
> Maggiore di Example\>pwd1
` Apostrofo Example\'pwd1
! Punto esclamativo
  • 'Example!pwd1' oppure
  • Example\!pwd1
# Cancelletto Example\#pwd1
& E commerciale Example\&pwd1
| Barra verticale Example\|pwd1
; Punto e virgola Example\;pwd1
. Punto Example\.pwd1
" Virgolette
  • Example\"pwd1 oppure
  • "Example\"pwd1"
' Virgoletta singola
  • Example\'pwd1 oppure
  • "Example\'pwd1"
$ Segno di dollaro
  • Example\$pwd1 oppure
  • "Example\$pwd1"
\ Barra rovesciata
  • Example\\pwd1 oppure
  • "Example\\pwd1"

Utilizzo del punto esclamativo nelle password in testo normale negli script di UNIX o Linux

Negli script di UNIX/Linux, se una password di EPM Automate memorizzata in una variabile shell contiene caratteri speciali, utilizzare tre barre rovesciate come sequenza di escape e racchiudere la stringa tra virgolette doppie. Ad esempio, la password lzi[ACO(e*7Qd)jE inclusa nella variabile shell password deve essere resa nello script come segue:

password="lzi[ACO\\\(e*7Qd\\\)jE"