Importazione degli artifact e dell'applicazione da uno snapshot

Mediante l'importazione degli snapshot è possibile creare una copia di un altro ambiente o eseguire la migrazione degli artifact da un altro ambiente. Prima di poter avviare tale processo, è necessario caricare il backup o lo snapshot incrementale che si desidera importare nell'ambiente target.

Non eseguire job in un ambiente mentre è in corso un'operazione di importazione. Poiché è possibile che i dati e i metadati sottostanti vengano modificati da un'operazione di importazione, i job potrebbero fornire risultati imprecisi.

Metodi per il caricamento di snapshot e file

Nota:

  • Fatta eccezione per Strategic Modeling e Account Reconciliation, Oracle Enterprise Performance Management Cloud supporta la compatibilità degli snapshot solo per un ciclo mensile; è possibile migrare gli snapshot di manutenzione dall'ambiente di test all'ambiente di produzione e viceversa.

    Gli snapshot di Strategic Modeling e Account Reconciliation non sono compatibili con le versioni precedenti.

    Durante il processo di importazione, se lo snapshot utilizzato per il processo non è compatibile con la versione corrente dell'ambiente, viene visualizzato il seguente avviso. In precedenza, invece di questo avviso veniva segnalato un errore di tipo INCIDENT.

    EPMLCM-26000: Attenzione - Lo snapshot importato è stato creato in una versione non compatibile

    Gli snapshot incompatibili, ad eccezione di quelli di Account Reconciliation e Oracle Enterprise Data Management Cloud, possono essere aggiornati in modo da renderli compatibili con la versione corrente di un ambiente. Fare riferimento alla sezione "Come ricreare un vecchio ambiente di EPM Cloud per gli audit" in Working with EPM Automate for Oracle Enterprise Performance Management Cloud (in lingua inglese).

  • Dopo aver avviato un'operazione di importazione, in EPM Cloud viene visualizzato il report stato migrazione. Fare clic su Aggiorna periodicamente per aggiornare il report e monitorare lo stato di avanzamento.

  • Se un'importazione ha esito negativo per un motivo qualsiasi, lo stato nel report stato migrazione è Non riuscita. Fare clic sullo stato per visualizzare la schermata Dettagli migrazione, che indica perché l'importazione non è andata a buon fine e suggerisce l'azione correttiva da eseguire.

  • la migrazione non supporta l'importazione dei record di audit dell'applicazione.

Importazione di un backup per creare una copia di un altro ambiente

È possibile importare uno snapshot di backup (denominato per impostazione predefinita Backup Data ) per creare una copia di un altro ambiente.

Non cercare di importare uno snapshot di backup in un ambiente in cui è già presente un'applicazione. Se si desidera importare uno snapshot di backup in un ambiente con un'applicazione esistente, eseguire innanzitutto il comando recreate di EPM Automate per riportare l'ambiente in uso a uno stato pulito, quindi importare lo snapshot di backup.

Per importare un backup allo scopo di creare una copia di un altro ambiente, procedere come segue.

  1. Accedere a Migrazione. Fare riferimento alla sezione Accesso a Migrazione per Lifecycle Management.

  2. Fare clic su Snapshot.

  3. Fare clic su Pulsante Azioni della scheda Snapshot (Azioni) accanto allo snapshot di backup da importare, quindi selezionare Importa.

  4. In Importa fare clic su OK.

    Viene visualizzato il report stato migrazione, che facilita il monitoraggio dell'avanzamento dell'importazione. Aggiornare il report con una certa frequenza per verificare che l'operazione venga completata senza errori.

Importazione degli artifact in un ambiente

Mediante l'importazione di artifact specifici da uno snapshot di backup o incrementale è possibile eseguire la migrazione degli artifact da un ambiente a un altro. Ad esempio, è possibile importare uno snapshot degli artifact testati da un ambiente di test a un ambiente di produzione. Allo stesso modo, è possibile importare i dati e gli artifact Essbase da uno snapshot incrementale creato esportandoli da un altro ambiente.

L'importazione di alcuni artifact è controllata dalle impostazioni di importazione specificate per l'ambiente. Fare riferimento alla sezione Impostazione delle opzioni di importazione.

Per importare gli artifact, procedere come segue.

  1. Accedere a Migrazione. Fare riferimento alla sezione Accesso a Migrazione per Lifecycle Management.
  2. Fare clic su Snapshot.
  3. Espandere lo snapshot che contiene gli artifact da importare.
  4. Selezionare gli artifact da importare.
    • Per importare tutti gli artifact di un componente specifico, procedere come segue.

      1. Espandere lo snapshot e fare clic sul nome di un componente, ad esempio HP–Vision, per accedere a un elenco di artifact dell'applicazione di esempio Vision inclusa nello snapshot.

      2. Fare clic su Seleziona tutto.
      3. Fare clic su Importa.

    • Per importare gli artifact specifici di un componente, procedere come segue.

      1. Espandere lo snapshot e fare clic sul nome di un componente, ad esempio HP–Vision per accedere a un elenco di artifact dell'applicazione di esempio Vision inclusa nello snapshot.

      2. In Elenco di artifact espandere l'elenco degli artifact disponibili, quindi selezionare gli artifact da importare.

      3. Facoltativo: fare clic su Pulsante Artifact selezionati (Artifact selezionati), quindi verificare l'elenco di artifact selezionati per l'importazione.
      4. Fare clic su Importa.
  5. Fare clic su OK per confermare di voler iniziare l'operazione di importazione.
    Viene visualizzato il report sullo stato della migrazione. Utilizzare tale report per monitorare l'avanzamento dell'operazione.