Creazione di variabili di riferimento

Le variabili di riferimento consentono di fare riferimento a un'origine in un altro documento (doclet o file di riferimento) all'interno del package report, ad esempio una singola cella di Excel o un testo selezionato in Word, e di utilizzare tali elementi come origini dei valori delle variabili di riferimento nel doclet del package report. È quindi possibile inserire la variabile di riferimento in uno o più doclet. Quando il valore di origine della variabile di riferimento viene aggiornato, tutte le istanze inserite della variabile vengono aggiornate automaticamente.

Nota:

  • Le immagini e le forme non sono supportate come valori delle variabili di riferimento.

  • I valori delle variabili di riferimento non possono avere come origine altre variabili di riferimento.

  • I valori delle variabili di riferimento non possono avere come origine contenuto incorporato, in cui un intervallo di un doclet di riferimento Excel è incorporato in Word o in PowerPoint.

  • La variabili di riferimento non possono avere come origine i contenuti di PowerPoint.

  • I valori delle variabili di riferimento con origine in Word possono avere una dimensione massima di 2000 caratteri. I valori delle variabili di riferimento con origine in Word non possono essere inseriti in Excel se il numero di caratteri è maggiore di 255.

  • I valori delle variabili di riferimento devono essere costituiti da un'unica riga. In un foglio di calcolo di Excel selezionare una sola cella. In Word selezionare solo il testo di una riga o di una cella di una tabella.

  • I valori delle variabili di riferimento provenienti da Excel possono avere una dimensione massima di 255 caratteri.

  • I valori delle variabili di riferimento provenienti da Excel includono tutto il testo numerico formattato all'interno della calla, ad esempio 123,456. Se inserito in un altro foglio di lavoro Excel, il valore della variabile verrà inserito come testo e non come valore numerico.

Ad esempio, utilizzare le formule di Excel in Oracle Smart View for Office per generare i valori delle variabili di riferimento:

  • Utilizzare una funzione SE per restituire una stringa di "aumento" o "diminuzione" oppure "sopra" o "sotto" se un valore dati aumenta o diminuisce tra il periodo corrente e quello precedente. Inserire la variabile per la parola direzionale o i risultati basati su Excel in un paragrafo di Word.

    =SE(B8<0,"sotto","sopra")

  • Utilizzare una funzione SE o una semplice sottrazione per confrontare l'occorrenza di un valore dati (ad esempio, "Ricavi" o "Riepilogo conto economico") visualizzato più volte all'interno di un package report.

    ='Riepilogo conto economico'!B4

  • Utilizzare le formule di Excel per calcolare la varianza o la percentuale di varianza dei valori dati che cambiano da un periodo all'altro e inserire tale varianza in un paragrafo di Word.

    ='Riepilogo conto economico'!B4-'Riepilogo conto economico'!C4

Se il valore dati viene aggiornato, ogni istanza della variabile rifletterà le informazioni correnti quando la variabile viene aggiornata in Smart View.

È possibile creare il nome e la descrizione della variabile di riferimento anche nell'interfaccia Web di Narrative Reporting. È tuttavia necessario aggiungere l'origine e il valore della variabile in Smart View e inserire la variabile nel doclet tramite Smart View.

Nota:

Prima di iniziare, controllare di aver aperto un package report e di aver aperto ed estratto un doclet.

Per creare una variabile di riferimento, procedere come segue.

  1. Aprire un package report, quindi aprire ed eseguire il check-out di un doclet di Word, un doclet di Word contenente un file di riferimento o un doclet di riferimento di Excel.
    È anche possibile aprire solo un package report per creare una variabile di riferimento, senza estrarre un doclet, e definire il nome e la descrizione della variabile di riferimento. Tuttavia, per definire un valore di origine del doclet come valore della variabile di riferimento, è necessario estrarre il doclet.
  2. Nel doclet o nel file di riferimento selezionare la cella di Excel oppure il testo o la cella della tabella di Word a cui fare riferimento nella nuova variabile di riferimento.

    Ad esempio, nella griglia riportata di seguito è selezionata la cella B13. Il valore presente nella cella, incluso il POV dell'origine dati, è il valore per la nuova variabile di riferimento.


    Griglia in cui è selezionata la cella B13. B13 è il totale della colonna relativa alle spese effettive

    Nota:

    È sempre possibile modificare il valore della variabile di riferimento in un secondo tempo.

  3. Nel pannello Package report selezionare Variabili dall'elenco a discesa.

    Mostra le opzioni disponibili nell'elenco a discesa in Package report. Le opzioni selezionabili sono Centro report e Variabili
  4. Nel pannello Package report fare clic sul pulsante Crea nuova variabile, Simbolo più che rappresenta il pulsante Crea nuova variabile nel pannello Package report, quindi selezionare Variabile di riferimento dall'elenco a discesa.

    Nel pannello Package report viene visualizzata l'area Crea variabile di riferimento, in cui è possibile immettere il nome e il valore della variabile, nonché una descrizione facoltativa. Come si può vedere, come valore è già specificato il valore selezionato nel passo 2.


    Pannello Package report, in cui ora è visualizzata un'area denominata Crea variabile di riferimento con i campi per il nome, la descrizione e il valore. Il campo relativo al valore riflette il valore della cella dati selezionata quando è stato richiamato il comando Crea variabile di riferimento.
  5. Definire la variabile di riferimento come segue.
    1. Nel campo Nome immettere un nome per la variabile.

      Il nome deve essere univoco tra tutte le variabili all'interno del package report e deve essere descrittivo per consentire una facile individuazione della variabile.

    2. Facoltativo: nel campo Descrizione immettere una descrizione per la variabile.
    3. Fare clic su Pulsante Utilizza la selezione corrente come valore di riferimento. Il pulsante è costituito da una freccia blu che punta verso destra e si trova sotto il campo relativo al valore nell'area Crea variabile di riferimento del pannello per utilizzare come valore di riferimento il valore della cella attualmente selezionata.

      Se si desidera, è possibile selezionare un'altra cella sul foglio, verificare che il valore sia cambiato nel relativo campo e fare clic su Pulsante Utilizza la selezione corrente come valore di riferimento. Il pulsante è costituito da una freccia blu che punta verso destra e si trova sotto il campo relativo al valore nell'area Crea variabile di riferimento del pannello.

  6. Fare clic sul pulsante OK, Pulsante OK, rappresentato da un segno di spunta verde, per aggiungere la variabile al package report.
  7. Caricare ed eseguire il check-in del doclet o del file di riferimento in modo che il valore della variabile venga aggiunto al sistema.

    Nota:

    Se non viene eseguito il check-in del doclet o del file di riferimento, il valore continuerà a essere visualizzato nel pannello Variabili come Nessun commit per il doclet corrente e gli altri doclet in Smart View. Nell'interfaccia Web di Narrative Reporting il valore viene visualizzato come #Missing.