Definizione di intervalli con nome nei doclet di riferimento basati su Excel

Questo argomento è valido solo per i doclet di riferimento basati su Excel.

L'autore del doclet di riferimento crea il contenuto del report, quindi definisce gli intervalli con nome in base a tale contenuto nel doclet di riferimento. In generale, i nomi di intervallo possono essere creati mediante la finestra di dialogo Nuovo nome, accessibile da Gestione nomi o da Definisci nome nella barra multifunzione Formule di Excel. Ulteriori informazioni sui nomi degli intervalli sono disponibili nella documentazione Microsoft.

È possibile definire gli intervalli con nome prima di aggiungere un doclet di riferimento a un package report.

In alternativa, è possibile definire gli intervalli con nome durante la fase di creazione, come descritto in questo argomento.

Nota:

Prima che abbia inizio questa procedura, assicurarsi che la fase di creazione sia stata avviata.

Per definire gli intervalli con nome per i doclet di riferimento basati su Excel, procedere come segue.

  1. Aprire il package report.
  2. Aprire ed estrarre il doclet di riferimento.
    Il doclet di riferimento dovrebbe aprirsi in Excel. Se il package report è stato aperto in Word o in PowerPoint, Excel viene avviato all'apertura del doclet di riferimento.
  3. Creare il contenuto del report.
  4. Aggiungere i nomi degli intervalli per selezionare il contenuto del report.
    È possibile aggiungere i nomi degli intervalli a una parte del contenuto o a tutto il contenuto del report del doclet di riferimento. È l'utente a decidere quale contenuto rendere disponibile per gli autori del package report.

    Un intervallo con nome è valido quando:

    • Esiste all'interno di una cartella di lavoro di Excel.

    • Non è un nome nascosto.

    • Si riferisce a un intervallo di celle di un foglio di lavoro che non è nascosto.

    • Non si riferisce a una formula o a una costante.

    • Non dispone di un riferimento calcolato dinamicamente; ad esempio, per determinare dinamicamente l'intervallo il riferimento deve puntare a un intervallo di celle assoluto, invece che basarsi su una formula di riferimento o su un altro intervallo con nome.

    • Non contiene errori, ad esempio l'errore "#REF!".

    Tenere presente che gli intervalli con nome diventano contenuto disponibile nel package report.

  5. Facoltativo: mentre si aggiungono gli intervalli con nome e si modifica il contenuto nei doclet di riferimento, eseguire la procedura descritta in Convalida di caratteri nei doclet di riferimento per assicurarsi che i caratteri utilizzati nel doclet di riferimento siano disponibili anche nel servizio Narrative Reporting.
  6. Dopo aver aggiunto il contenuto e gli intervalli con nome al report e aver convalidato i caratteri, caricare il doclet di riferimento ed eseguirne il check-in.

    Per poter continuare con il passo successivo, deve essere caricato almeno il doclet di riferimento.

  7. Passare alla sezione Aggiunta di contenuti disponibili a doclet di riferimento basati su Excel.